Vai al contenuto

Meltdown e Spectre-detector arrivano su Windows Analtics

Dopo aver soffocato le sue prime risposte, Microsoft ha gettato il primo osso a tutti i sistemisti

Microsoft ha aggiunto un rivelatore Meltdown-and-Spectre a Windows Analytics, lo strumento di analisi telemetrica per i sistemi della società.

La nuova versione dello strumento è arrivata martedì, quando casa Redmond ha rivelato le nuove funzionalità per controllare lo stato degli antivirus, il livello di aggiornamento del sistema operativo e lo stato del firmware

I sistemisti stanchi di osservare le schermate blu degli utenti accoglieranno favorevolmente il controllo dello stato del sistema operativo, poiché in caso dovessero avere una patch Meltdown/Spectre dal comportamento errato, il controllo fornirà loro la possibilità di disabilitarla.

Il controllo antivirus indica se il software antivirus è incompatibile con la patch di protezione.

Per ora lo strumento può solo controllare lo stato del firmware per i prodotti Intel. La cosa è utile dato che il firmware di Intel è stato tirato un paio di settimane fa poiché causa di numerose schermate blu degli utenti. Questa attuale preferenza ai servizi dei soli prodotti Intel non è trascurabile per gli utenti AMD, in quanto l'azienda ha abbandonato per alcuni anni lo sviluppo di prodotti server, fino al 2017, e detiene anche una piccola quota di mercato per quanto riguarda il settore desktop.

Gli strumenti possono essere utilizzati a partire da Windows 7 fino a Windows 10, sempre a patto che gli utenti abbiano eseguito le level patch di Febbraio 2018 (Win7 SP1, KB2952664; Win8.1, KB2976978; e per Win10, KB4033631).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *