Vai al contenuto

Niente Windows 10, niente Office 2019, dice Microsoft’s

Anche il supporto terminerà lo stesso giorno per Office 2016

Microsoft ha rivelato che le applicazioni desktop di Office 2019 funzioneranno solo su Windows 10 – ed ha accorciato il supporto per l'imminente rilascio della suite.

In un aggiornamento pubblicato il primo Febbraio, l'azienda ha rivelato che le app beta per la versione di Office 2019 – in opposizione all'abbonamento Office 365 – appariranno nel secondo trimestre del 2018 ed un rilascio finale arriverà nella seconda metà dell'anno.

Ma quando il software arriverà, funzionerà solo su Windows 10 o nelle prossime versioni Long-Term di Windows Server. Per gli utenti Windows 10, solo le edizioni Semi-Annuali o con Canali Long-Term dell'OS useranno le app Office.

Il supporto per Office 2019 sarà anche più breve del solito. Come ha spiegato Redmond, "Nel passato, le versioni complete di Office erano rilasciate sotto la politica del Ciclo di vita Fisso di Microsoft, con un termine di 5 anni di supporto standard e 5 anni di supporto esteso."

Office 2019 avrà il tipico periodo di supporto standard, ma solo due anni di supporto esteso. Questo significa che l'ultimo giorno della suite sarà il 10 Ottobre 2025. Ed è lo stesso in cui Microsoft terminerà il supporto per Office 2106.

Microsoft ha detto ciò perchè "Come i tempi accelerano, è diventato imperativo portare i nostri software ad una cadenza più moderna."

Che è un po' inconsistente con le news dallo stesso annuncio di Windows 10 Enterprise LTSC 2018 che arriverà "nell'autunno 2018" ed avrà cinque anni di supporto esteso.

Un altro cambiamento che Microsoft sta facendo è Office 365 ProPlus, la versione orientata alle aziende del servizio, disponibile solo sul canale semi-annuale di Windows 10. Il 14 Gennaio 2020, Windows 8.1, Windows Server 2016 e le versioni più vecchie della release Windows 10 LTSC non avranno ProPlus. Nemmeno le release semi-annuali di Windows 10 non supportate.

La ragione di Microsoft per questo cambiamento è mantenere Windows 10 e ProPlus sincronizzati per motivi di sicurezza. L'azienda ha anche notato che questo cambiamento sarà difficile per chi porterà ProPlus a desktop virtuali o con accesso remoto, così ha detto. Capiamo che alcuni dei nostri clienti portano Office ai propri utenti tramite Desktop Remoto o VDI. Più tardi, nello stesso anno "Le nuove capacità di virtualizzazione desktop e desktop remoto saranno nella release SAC di Windows 10 Enterprise e Windows Server." Gli Insiders di Windows Server vedranno questo modifiche prima degli altri utenti.

Microsoft non ha fatto segreto del suo desiderio che gli utenti adottino Windows 10, ma questo è un innegabile segnale per coloro che restano su Windows 7(ed i pochi con Windows 8.x) che il loro tempo stia per scadere se vogliono accedere alle innovazioni nella produttività di Windows. E con l'attuale obiettivo di Microsoft che dichiara di "voler aiutare ogni persona ed ogni organizzazione sul pianeta ad avere di più" ed Office 2019 rappresenta le ultime migliorie sulla produttività dell'azienda, il messaggio è che coloro sulle vecchie versioni di Windows si stanno escludendo dal futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *