Vai al contenuto

Non hai ancora Windows 10? Bene, sospira Microsoft, ecco i suoi strumenti antivirus per Windows 7, 8.1

Redmond estende ATP alle vecchie build, aggiunge link di terze parti

Microsoft ha reso retrocompatibile il suo toolkit di sicurezza Windows Defender Advanced Threat Protection (ATP) per Windows 10 a Windows 7 ed 8.1.

La release permetterà a chi ha vecchie versioni del Sistema Operativo di ricevere la rilevazione e prevenzione dei malware e le funzioni di notifica offerte da Windows 10.

Per le aziende, l'estensione a Windows7 ed 8.1 permetterà, in modo importante, agli amministratori di portare le vecchie macchine sotto gli stessi strumenti di amministrazione e gestione della sicurezza che usano per i PC Windows 10.

Questo è dove Microsoft si sta concentrando: aggiungendo ATP a Windows 7 ed 8.1, Redmond spera di convincere i sysadmin ad aggiungere queste macchine ai sistemi di controllo Windows Defender che usano per i dispositivi Windows 10 e, nel processo, spingere le aziende a migrare verso Windows 10.

"Sentiamo che la sicurezza dei nostri clienti è una delle motivazioni principali per muoversi verso Windows 10", ha scritto Rob Lefferts, co-direttore della sicurezza per il gruppo Windows e Dispositivi, oggi.

"Nel frattempo, sappiamo che durante la transizione, alcuni potrebbero avere un mix di dispositivi Windows 10 e Windows 7 nei propri ambienti."

Microsoft ha ripetuto che Windows 7 verrà ritirato nel Gennaio 2020.

Il gigante del software sta anche cercando di estendere il supporto ATP ai dispositivi non-Windows registrando un partner per spingere sulla sicurezza. SentinelOne aggiungerà supporto ATP agli strumenti di sicurezza EndPoint Protection Platform che vende peer Windows, Mac, Linux e VDI. Questo significa che gli amministratori possono impostare SentinelOne per inviare avvisi alla console di gestione tramite ATP.

Parlando di Windows...

Nel frattempo, gli iscritti al programma Windows Insider metteranno le mani su alcune funzioni pre-releasi per provarle questo mese. Build 17093 porta modifiche al menu di registrazione e streaming della Game Bar, oltre alla possibilità per più PC di trasmettere video HDR tramite il menu Video Playback nella schermata Impostazioni > Apps.

Build 17093 aggiunge anche un nuovo menu Grafica specifico per i PC multi-GPU e l'abilità per tutti i PC con builds Insider di eliminare i dati diagnostici dalle proprie macchine.

Quelli con Windows S ora potranno usare l'App Authenticator e Windows Hello per accedere senza password, tramite i propri dispositivi mobili. Windows Defender è stato aggiornato per funzionare con Windows Hello per gestire accounts tramite l'impronta del telefono, riconoscimento facciale o schermate di PIN.

Altre aggiunte includono il Controllo degli Occhi, accoppiamento Bluetooth con un click, modalità a schermo intero per Edge (F11), ed un miglior supporto testuale multilingue.

Infine, le web apps progressive stanno finalmente arrivando a Microsoft Edge e Windows 10.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *